La spiaggia di Punta Alice a Cirò Marina: la grande bellezza.

16105868_714217802087394_5468971063954412476_n

La Spiaggia Punta Alice di Cirò Marina è situata nella frazione omonima ed è facilmente raggiungibile da Cirò Marina, all’altezza della quale si lascia la SS 106 jonica e si prosegue sulla provinciale per circa 4 chilometri, seguendo poi le indicazioni per Punta Alice. Si tratta di una splendida spiaggia frastagliata, caratterizzata da un litorale ampio e molto lungo, incastonata in un paesaggio dunale con basse colline ricoperte di erbe ed alberi di eucalipto. Il mare che la bagna è bellissimo, cristallino, trasparente e di un azzurrro intenso, con fondali profondi e digradanti. La bellezza di questa costa solitaria è unica e nelle sue vicinanze si trova anche la foce del fiume Neto, di notevole importanza naturalistica in quanto venuta a far parte di un’area umida protetta abitata da aironi ed altre specie di uccelli.

In questa frazione di litorale si incrociano 2 correnti, un punto di forza unico nel suo genere.La spiaggia è riconosciuta dalla FEE (Fondazione per l’Educazione Ambientale) 16 volte Bandiera Blu.

Vi aspettiamo per questo e molto altro ancora a Cirò Marina.

14364726_642766819232493_37251402723405725_n

Annunci

La ferrovia che percorre la Sila: diventa ferrovia turistica.

La ferrovia che percorre la Sila diventa “Ferrovia Turistica”

16142339_1626556794038790_6926058129136107698_n

E’ stato approvato all’unanimità, in Parlamento, il progetto di legge riguardante “disposizioni per l’istituzione di ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione situate in aree di particolare pregio naturalistico o archeologico”. Lo rende noto, con un comunicato, Legambiente. Adesso l’obiettivo è quello di rendere fruibile il trasporto ferroviario della tratta Cosenza – San Giovanni in Fiore non solo come mera operazione di nostalgia, ma anche offrire un servizio ai tanti pendolari che si spostano giornalmente dai paesi silani verso il capoluogo cosentino. In più, per il Comitato per la Salvaguardia della Ferrovia Silana, è fondamentale la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’intera tratta, sia a servizio delle comunita’ locali, sia quale strumento di valorizzazione del turismo e del Parco nazionale della Sila, nonchè la promozione della ferrovia tra gli itinerari turistici nazionali, nonchè proporre la tratta Camigliatello Silano – San Giovanni in Fiore tra le ferrovie d’alta quota da riconoscere quale patrimonio dell’Unesco. Adesso tocca alla Regione.